• Home
  • News
  • SMART-UP - assistere i consumatori in difficoltà con i consumi elettrici

SMART-UP - assistere i consumatori in difficoltà con i consumi elettrici

di Aisfor
SMART-UP - assistere i consumatori in difficoltà con i consumi elettrici

Rapporto sull'impatto - Cosa ha funzionato? Quali lezioni? Cosa potrà essere migliorato? Perchè? Per come? Sono alcune delle domande a cui abbiamo dato una risposta in questo rapporto

 

Con l'installazione dei contatori intelligenti si è avviata una nuova era nel mercato energetico portando alla fine della fatturazione stimata e fornendo l'opportunità ai consumatori di avere una maggiore comprensione del loro uso di energia e modificare i loro comportamenti legati all'energia. L'UE intende sostituire tutti i contatori in Europa (cosa già fatta in Italia) avendo stimato che i contatori intelligenti possano permettere un risparmio di € 160 per il gas e € 309 per elettricità per abitazione ed un risparmio medio di energia del 3%.

Al contempo, la questione della povertà energetica sta acquisendo sempre più importanza a livello di UE e degli Stati membri, dove per povertà energetica si intende l'incapacità di soddisfare appieno i propri bisogni basi energetici, come ad esempio riscaldare, raffreddare e alimentare la casa. La povertà energetica è una forma distinta di povertà che ha maggiori probabilità di colpire famiglie a basso reddito e vulnerabili, ed è causata da elevate spese energetiche, bassi redditi familiari ed anche edifici ed elettrodomestici inefficienti. Si stima che sono in condizioni di povertà energetica intorno a 50 milioni di famiglie nell'Unione europea e l'impatto sugli individui e sulle comunità può essere devastante: scarsa salute fisica e mentale, basso livello di istruzione, isolamento sociale e ridotta disponibilità economica. Di conseguenza contrastare in modo adeguato la povertà energetica può portare molteplici benefici.

Se da un lato i contatori intelligente hanno il potenziale di migliorare l'efficienza energetica e ridurre le bollette energetiche delle famiglie e quindi essere uno strumento per contrastare la povertà energetica, studi hanno dimostrato che i contatori intelligenti di per sé non portano automaticamente al risparmio energetico nel settore residenziale e che l'assenza di un dispositivo a disposizione delle persone (in casa) che fornisca i dati di consumo di energia può compromettere le potenzialità dei contatori intelligenti sopratutto nel caso di consumatori vulnerabili.

Il progetto SMART-UP ha voluto verificare se la povertà energertica può essere contrastata assistendo direttamente i consumatori vulnerabili (dotati di contatori intelligenti) da parte di operatri sociali propriamente formati, fornendo loro informazioni sui consumi energetici domestici e spiegando loro come monitorarli anche grazie all'utilizzo dei contatori intelligenti, e come poter modificare le abitudini di consumo al fine di ridurre i consumi complessivi. 

Nel corso dei tre anni di progetto, organizzazioni in Francia, Italia, Malta, Spagna e Regno Unito hanno lavorato per formare gli operatori sociali su come identificare e assistere le famiglie vulnerabili e per supportarli nel fornire consigli alle famiglie e hanno condotto ricerche per monitorare l'impatto delle azioni degli operatori. Al termine del progetto, è stato steso questo rapporto che riassume alcune delle attività e degli impatti di SMART-UP

 

Elenco Correlati:

Elenco Tag:

  • Consumatore

  • CONSUMATORI

  • contatori intelligenti

  • EFFICIENZA ENERGETICA

  • ENERGY EFFICIENCY

  • energy poverty

  • ENERGY SAVING

  • EUROPEAN PROJECT

  • Formazione

  • POVERTA' ENERGETICA

  • RISPARMIO ENERGETICO

  • SMART METER

  • vulnerabilità

Elenco Allegati

SMART-UP Impact ReportSMART-UP Impact Report




Richiedi info

Autorizzo il trattamento dei dati personali secondo il
D.Legs 196/2003*

Corso in evidenza

GREEN JOBS

  RIESCO è il progetto della Regione Lazio rivolto ai ragazzi dai 18 ai 29 anni in cerca di lavoro.  Il progetto prevede per un anno, per circa 5.000 giovani, un corrispettivo di 600 euro al mese. erogati tramite la 'Carta Riesco', una prepagata che consente di acquistare una serie di servizi a …

vedi tutti