• Home
  • News
  • Modello ASSIST per la povertà energetica

Modello ASSIST per la povertà energetica

di AISFOR
Modello ASSIST per la povertà energetica

Il progetto ASSIST ha dimostrato l'efficacia del modello olistico basato sulla figura innovativa del Tutor per l'Energia Domestica (TED) per contrastare il fenomeno della povertà energetica.

Partendo dal presupposto che la povertà energetica è un fenomeno multi-dimensionale e multi-settoriale che ha cause e conseguenze su diversi aspetti della vita delle persone e che al momento in Italia (a differenza di altri paesi europei come il Regno Unito, la Francia o il Belgio) non esite una iniziativa nazionale specifico per contrastare la povertà energetica fornendo supporto alle persone (consumatori / cittadini) in difficoltà, il progetto ASSIST ha voluto dimostrare che occorre adottare una soluzione al contempo ampia e locale al fine di raggiungere in modo concreto e fornire assistenza diretta a tutte le persone in condizioni di povertà energetica: ampia in termini di approccio e locale in termini di applicazione. 

Il modello ASSIST è stato sviluppato con un approccio partecipativo con il coinvolgimento attivo di esperti del tema ed operatori sul campo per verificare le conoscenze, capacità e abilità di un soggetto preposto ad assistere persone in condizioni di povertà energetica. Sulla base di questo dialogo è stata definita la figura del Tutor dell'Energia Domestica e costruito il relativo corso di formazione.

In linea con la doppia dimensione del modello ASSIST - ampio e locale, il modello si rivolge a diversi contesti lavorativi con operatori attivi sul campo (dagli operatori presso enti sociali, sportelli comunali, associazione di consumatore, sportelli di assistenza al cliente, etc.) che da un lato non hanno piena conoscenze e competenze in materia di povertà energetica ma dall'altro hanno un contatto diretto, consolidato e fiduciario con le persone che affrontano uno o più problemi collegati alla povertà energetica (mancanza di soldi per pagare la bolletta o per mantenere almeno le condizioni minime di salute in termini di temperatura e umidità, non conoscenza dei aiuti finanziai e non a cui si ha diritto, incapacità di richiedere gli aiuti finanziari, etc.). Attraveros 3 passaggi Il modello mira a rafforzare le capacità e conoscenze dei TED, costruire una rete nazionale di TED e supportare i TED nelle loro attività sul campo volte all'assistenza di persone.

Il primo passo - formazione dei TED. Il primo passo è di rafforzare le conocsenze e capacità di operatori provenienti dai diversi contesti lavorativi (dal settore energetico al socilae) su tutti i temi collegati alla povertà energetica tramite un corso di formazione online accessibile e fruibile da tutti. Grazie alla formazione ASSIST, l'operatore riceve la qualifica di Tutor per l'Energia Domestica (TED).

Il secondo passo - rete dei TED. Con la qualifica di TED, l'operatore entra nella rete nazionale dei TED ed ha accesso ad un'area di lavoro virtuale con risorse e strumenti per dialogare ed assistere concretamente le persone ad affrontare i problemi causanti o derivanti dalla condizione di povertà energetica. La rete dei TED offre anche occasioni di crescita e formazione continua grazie all'organizzazione di eventi e momenti di confronto tra i TED permettendo lo scambio di esperienze inter- e intra-settoriali sul tema della povertà energetica.

Il terso passo - azione sul campo dei TED. Lo scopo finale è quello di fornire assistenza e supporto in modo diretto a chi si trova in condizioni di disagio e non riesce a soddisfare appieno i suoi bisogni di energia al fine di mantenere in casa condizioni di comfort accettabili (secondo standard definiti dall'OMS). In questa fase si costruisce con il TED, in modo singolo oppure sistemico, le attività ed il relativo work flow e risorse necessarie per fornire assistenza e raccogliere i dati di monitoraggio dell'impatto della stessa attività di assistenza.

Il modello ASSIST, grazie all'approccio olistico e partecipativo con cui è stato costruito, può oggi essere adottato in diversi contesti e contribuire a realmente mitigare la povertà energetica. Esempi di adozione del modello ASSIST sono:

- Comuni nell'ambito dei PAESC con la creazioni di uno sportello fisico o virtuale, avvio di un sistema di informazione (blog, facebook, sito, etc.), visite a casa o altre iniziative per rendere le persone più consapevoli e fornire loro supporto e assistenza tramite l'adozione del modello ASSIST con la formazione di loro operatori,

- Operatori del terzo settore che oggigiorno si rendono disponibile a pagare le bollette energetiche alle perosne in difficoltà potrebbero avviare un servizio di assistenza sui consumi energetici tramite la partecipazione al modello ASSIST per la formazione e la partecipazione alla rete dei loro operatori,  

- Operatori energetici nell'ambito delle iniziative di responsabilità sociale potrebbero  aderire al modello ASSIST tramite la formazione di loro operatori per attività di supporto a consumatori in difficoltà nel pagare la bollette o anche sostenendo e promuovendo l'iniziativa dei TED. 

 

 

 

Elenco Correlati:

Elenco Tag:

  • ASSIST

  • Consumatore

  • CONSUMATORI

  • EFFICIENZA ENERGETICA

  • POVERTA' ENERGETICA

Elenco Allegati

Risultati e prossimi passi di ASSISTRisultati e prossimi passi di ASSIST




Modello ASSISTModello ASSIST




Richiedi info

Autorizzo il trattamento dei dati personali secondo il
D.Legs 196/2003*

Corso in evidenza

E102568 - Anguillara Organizzazione ed economia

E102568 - Anguillara Organizzazione ed economia

  La Regione Lazio finanzia al 100% la formazione esterna obbligatoria per i lavoratori assunti dal 26 aprile 2012 dalle Piccole e Medie Imprese (fino a 250 dipendenti) con contratto di apprendistato professionalizzante o contratto di mestiere. Il contratto di apprendistato prevede 40 ore  di …

vedi tutti