• Home
  • News
  • Fine del progetto SUITE e prossimi passi!

Fine del progetto SUITE e prossimi passi!

Fine del progetto SUITE e prossimi passi!

Il progetto SUITE è giunto al termine, ma dà inizio a nuove possibilità 

 

Si è concluso ufficialmente il progetto SUITE (scaling up innovation together for energy vulnerability) follow up del progetto europeo Horizon2020 ASSIST, cui AISFOR ha partecipato in partenariato con Ecoserveis (in veste di coordinatore), Cluster de l’energia eficient de Catalunya e Climate Alliance con la collaborazione anche di Climate Alliance Hungary, Polish National Energy Conservation Agency (KAPE), ed il Centre for the Study of Democracy (CSD)/ Babes-Bolyai University. 

SUITE, uno dei vincitori del bando del Social Catalyst Fund per supportare il consolidamento di modelli innovativi su tematiche legate alla social innovation, ha l’obiettivo di delineare dei piani adatti a scalare il modello ASSIST in cinque paesi: Italia, Spagna, Polonia, Romania e Bulgaria. 

SUITE muove i suoi primi passi dai risultati del progetto ASSIST, e in particolare dalla constatazione di quanto  la povertà energetica sia un problema da affrontare con azioni appropriate ed efficaci a diversi livelli di governance, superando il semplice supporto assistenziale e mettendo anzi in atto strategie di empowerment di lunga durata e pensate appositamente per i consumatori vulnerabili; allo stesso tempo sono necessarie azioni volte a stimolare la consapevolezza culturale e il dibattito pubblico. 

Il modello di innovazione sociale ASSIST si basa su un approccio olistico e locale, andando a formare operatori sociali e non già attivi sul territorio facendo acquisire la qualifica di Tutor Energetico Domestico. Saranno poi i TED formati a svolgere la loro azione di identificazione e supporto ai cittadini vulnerabili o già in situazioni di povertà energetica. 

Grazie al progetto sono stati definiti dei piani per ognuno dei 5 paesi, tenendo conto delle differenti esigenze e dei diversi contesti sociali e politici: 

  • Ungheria – Piano scalabile a livello nazionale che prevede il coinvolgimento di attori sia pubblici che privati nella realizzazione della rete dei TED, un risultato importante dal momento che il tema della povertà energetica si è affacciato da poco tempo nel dibattito pubblico. 
  • Italia – Piano scalabile a livello nazionale costruito su due pilastri che prevedono il coinvolgimento di attori pubblici e privati.  
  • Spagna – Piano scalabile a livello regionale, in Catalogna e più in particolare nella regione di Barcellona. Il modello di scalabilità spagnolo consiste nella creazione di un ufficio di consulenza e supporto energetico per le persone che utilizzano il SAD (servizi di assistenza domiciliare) e di telecare nella regione di Barcellona.
  • Polonia – Piano scalabile a livello regionale basato essenzialmente sull’appoggio finanziario e non della Regione Ma?opolska per la formazione e la messa in rete di operatori pubblici. Questo progetto si configura come una delle prime iniziative espressamente rivolte alla lotta alla Povertà Energetica nel paese. 
  • Romania – Piano scalabile a livello municipale, in particolare il Dipartimento di assistenza sociale e il Dipartimento di efficienza energetica della città di Cluj-Napoca saranno i soggetti attuatori del piano formando operatori all'interno dei dipartimenti e sostenendo la loro azione all’interno del territorio comunale.

Oltre ai modelli nazionali il progetto SUITE si è occupato anche della creazione di una rete europea, raccogliendo sotto un unico ombrello i modelli nazionali e altre iniziative simili già sviluppatesi in altri contesti europei. La rete si occuperà di creare opportunità di contatto e condivisione delle conoscenze, supporterà la partecipazione delle reti nazionali nei progetti europei e porterà a livello europeo le istanze e i bisogni condivisi individuati a livello locale. 

In Italia il modello di scalabilità sarà basato su due pilastri in relazione tra loro:

  • Azioni rivolte ai comuni e alle PA che intendono introdurre azioni di contrasto alla Povertà Energetica. Su questo fronte stanno dando ottimi risultati i Focus Group che stiamo portando avanti insieme a Climate Alliance Italia e Agenda 21 per creare tramite un processo di coinvolgimento diretto dei sindaci e degli enti comunali il modello più appropriato e funzionale. 

 

  • Azioni rivolte ad enti privati e del terzo settore.  A questo riguardo sono stati avviati una serie di incontri per discutere dei molteplici aspetti legati alla povertà energetica e portare avanti azioni concrete insieme. 

Tantissimi altri incontri saranno calendarizzati nei prossimi mesi - stay tuned sui nostri canali social per conoscere le date e le tematiche oppure inviate una mail a info@aisfor.it con la richiesta di essere inserito nella mailing list per le attività su povertà energetica 

 

Elenco Correlati:

Elenco Tag:

  • 2gether4vulnerability

  • ASSIST

  • Consumatore

  • consumatori vulnerabilie

  • EFFICIENZA ENERGETICA

  • Energy Auditor

  • ENERGY EFFICIENCY

  • ENERGY SAVING

  • EUROPEAN PROJECT

  • Inclusione sociale

  • INNOVAZIONE

  • POVERTA' ENERGETICA

  • RISPARMIO ENERGETICO

Richiedi info

Autorizzo il trattamento dei dati personali secondo il
D.Legs 196/2003*

Corso in evidenza

IAP ECO SMART

IAP ECO SMART

  Chiuse le iscrizioni alla prima edizione del corso di formazione gratuito di 150 ore per "Imprenditore Agricolo Professionale - IAP ECO SMART" finanziato dalla  Regione Lazio Misura 1.1.1. (Tipologia formativa 1a) nella Provincia di Roma La seconda edizione del corso è programmata a partire dal …

vedi tutti